Una valida alternativa ai film di Natale: i talk shows

Le vacanze di Natale si avvicinano e, una volta fatti i regali di Natale, potresti ritrovarti con del tempo libero a disposizione, che ti piacerebbe investire in qualcosa per migliorare il tuo inglese.

Se i film di Natale in TV non ti interessano e su Netflix hai visto praticamente tutto, hai pensato a guardare qualche talk show?

I talk shows sono particolarmente utili per affinare le capacità d’ascolto, perché, al contrario dei film, le persone parlano in modo spontaneo, così come avviene nella vita reale. Questo significa che, se da una parte possono risultare abbastanza difficili da seguire, dall’altra sono ricchi di espressioni idiomatiche, accenti diversi, altri parlanti o risate che si sovrappongono al discorso; insomma: rappresentano bene quello che puoi incontrare andando in un Paese anglofono.

I talk shows possono essere divisi in due categorie: quelli che si basano su delle interviste, e quelli che hanno un altro format, come far discutere delle persone su un argomento più o meno spinoso. Per fare un esempio con degli shows italiani, Che Tempo Che Fa fa parte della prima categoria, mentre Uomini e Donne, dove diverse persone ‘comuni’ discutono su un argomento, della seconda.

talk show

Ora, le interviste sono generalmente più semplici da capire, quindi se hai un livello di inglese medio-basso ti consigliamo di partire da quelle (qui sotto potrai vedere dei suggerimenti di shows angofoni). Nelle interviste, infatti, di solito si rispettano i turni della conversazione e la persona intervistata, di solito una celebrità, parla con un tono di voce relativamente calmo e in un inglese abbastanza standard. Altra cosa sono gli shows dove si discute o, detto volgarmente, “ci si scanna”. Pensa a Uomini e Donne: le persone, lungi dall’essere calme, possono arrabbiarsi e di conseguenza parlarsi una sopra l’altra e in un italiano da far impallidire l’Accademia della Crusca. Questo tipo di programmi è più difficile da capire, e la lingua parlata in essi è da NON imitare, ma rappresenta un buon esercizio: una volta capita una puntata di Uomini e Donne, uno straniero sicuramente è pronto per trasferirsi in Italia – se non  gli passa la voglia prima ;). Per l’inglese è la stessa cosa.

Qua sotto, ecco una breve carrellata di talk shows angofoni, che puoi ricercare su YouTube o piattaforme simili.

REGNO UNITO

Se ami le interviste con le celebrità, non perdere il Graham Norton Show. Il presentatore è irlandese, ma il programma è inglese e viene trasmesso su BBC 2. Qui il comico intervista perlopiù celebrità, e il suo stile leggero e ironico lo rendono uno dei personaggi più influenti della TV inglese. Nelle sue interviste compaiono di solito tre o quattro ospiti, i quali interagiscono tra loro raccontandosi aneddoti divertenti sulla loro vita; qui puoi vedere un esempio di una puntata.

Se invece sei un amante delle emozioni forti, non perderti il Jeremy Kyle Show. Una cosa da sapere sul talk show inglesi e americani è che lì ci si scanna davvero! Nei programmi in cui vengono presentati conflitti tra persone, di solito ci sono anche dei buttafuori perché non è raro che gli ospiti comincino a picchiarsi. Nel Jeremy Kyle Show si dispone di una macchina della verità: l’ideale per sapere se il coniuge ti ha tradito o chi è il padre di un tale bambino… e per litigare violentemente prima, dopo e anche durante. Il presentatore, lungi dal calmare gli animi, si mette a litigare a sua volta, cercando di impartire ai giovani ospiti delle lezioni di vita… spesso inutilmente. I litigi, l’eloquio veloce e lo slang rendono questo show piuttosto difficile da seguire, ma anche imperdibile. Qui un esempio di una puntata.

talk show

USA

La versione americana del Jeremy Kyle Show è il Jerry Springer Show. Qui l’elemento della ‘lotta’ è ancora più centrale, con tanto di ospiti che si tolgono le scarpe prima di salire sul palco, mentre i motivi di conflitto sono più stereotipati e chiaramente preparati. Springer mantiene un atteggiamento più passivo di Kyle, intervenendo solo con commenti ironici di tanto in tanto, come qui.Va da sé che programmi di questo tipo non sono particolarmente educativi, per cui sono consigliabili ad un pubblico adulto.

Qualcosa che può essere visto da tutti è invece il Late Late Show di James Corden. Questo show è famoso anche sulla rete soprattutto per la sua rubrica di Carpool Karaoke. In questa sezione il presentatore guida per Los Angeles in compagnia di una o più celebrità, cantando e chiacchierando con loro. Come si può immaginare, di solito gli ospiti di questa rubrica sono musicisti, ma possono figurare anche attori e, una volta, addirittura Michelle Obama (qui il video).

AUSTRALIA

Uno dei programmi più famosi in questo Paese è The Project, dove diversi presentatori discutono le novità del giorno, approfondendo con dossier e a volte anche proponendo interpretazioni alternative di un un fatto. Non mancano gli ospiti illustri, di solito provenienti dal mondo dello spettacolo. Questo show è interessante soprattutto per chi vuole prepararsi all’IELTS e ha bisogno di prendere confidenza con l’accento australiano.

SUD AFRICA

Mose Waka è una piccola perla della TV sudafricana. In questo show la presentatrice intervista personalità femminili che si sono distinte per i loro successi e la loro determinazione. L’intervista parte da un abito o un outfit che hanno indossato in una determinata occasione, andando ad approfondire che cosa quell’abito simboleggia per loro. Con questo format si fa luce sulla personalità di queste donne, che diventano così anche una fonte di ispirazione per le persone a casa. Sia la presentatrice che le ospiti parlano in un misto di inglese e lingua bantu, ma quest’ultima viene usata solo per poche espressioni idiomatiche, quindi lo show è facile da seguire anche per chi parla solo inglese; qui una puntata.

Decisamente più esuberante è invece Tumi Morake, presentatrice di #WTFTumi. In questo show la presentatrice commenta i fatti del giorno e intervista delle celebrità sudafricane. In questo programma la lingua bantu viene usata più spesso e anche l’accento sudafricano è più marcato, quindi è consigliato prima di partire per il Sud Africa!

Insomma, se ti piacciono i salotti televisivi e vuoi migliorare il tuo ascolto in inglese, i talk shows sono quello che fa per te. Qua sopra ci sono solo alcuni esempi, ma esistono molti altri per tutti i gusti. Buona visione!

Nota: I nostri docenti provenienti dal Regno Unito ci tengono a precisare che non tutti gli inglesi hanno i denti come gli ospiti di Jeremy Kyle.corsi inglese victoria